Una formazione della Velox

Pubblichiamo quanto ci scrive il presidente della Velox Bepi Screm sull’ormai celebre Ancora-Velox di sabato scorso.

Forse dovevo intervenire subito a proposito dei commenti relativi alla partita Ancora-Velox, ho pensato di lasciare trascorrere alcuni giorni per poter ragionare a mente più serena. 
Come presidente della Velox mi sento in dovere di difendere Jean Jacques Maion, giocatore e capitano della squadra, per le sue doti umane e sportive.
Tre anni fa ha accettato il nostro progetto dando la sua disponibilità a far crescere i giovani, rinunciando ad altre più laute proposte, senza nulla pretendere, dimostrando sul campo il suo valore.
Per il ruolo che ricopre in campo, è più soggetto a prenderle che a darle, la prima punta di solito è marcata stretta e spesso la marcatura viene raddoppiata, è un brontolone questo si, protesta spesso in campo, ma non l’ho mai sentito offendere compagni o avversari.
Non mi è piaciuta la cronaca della partita, Massimo Di Centa era presente ha visto cosa è successo, se fallo c’è stato non è stato così grave da compromettere la prestazione del giocatore, che dopo pochi minuti ha ripreso a giocare senza evidenti segni di gomitate ricevute. In base alla mia esperienza sono più propenso a pensare che a volte l’articolo viene scritto più da tifoso, in questo caso deluso dal risultato, che dalla imparzialità che un “giornalista” dovrebbe avere, se poi si aggiungono anche delle considerazioni personali, a questo punto si dovrebbe usare più cautela e non dimenticare che si tratta di uno sport e come tale va considerato.

Bepi SCREM – Presidente A.S.D. Velox