(clicca sulla foto per ingrandirla)

Sono stati i Giovanissimi dell’Udinese a trionfare lo scorso fine settimana nella seconda edizione del Torneo nazionale di calcio giovanile “Parco delle Colline Carniche”, disputato tra i campi sportivi carnici di Villa Santina, Enemonzo, Lauco, Raveo e Preone. I ragazzi di mister Claudio Bazeu hanno battuto in finale la Virtus Corno per 3 a 0. Terza classificata la formazione del Portosummaga che si è imposta sulla Pro Gorizia per 2 a 1. Molto positivo il risultato raggiunto dalla rifondata Rappresentativa della Delegazione di Tolmezzo che si è classificata al 5° posto, i ragazzi dell’esordiente mister Daniele Goi si sono imposti sulla Manzanese per 2 a1. Grande festa alla premiazione finale dove l’Udinese ha festeggiato davanti ad un folto pubblico e alla presenza di diverse autorità. Il Consigliere regionale Luigi Cacitti ha pubblicamente elogiato l’iniziativa, sponsorizzata dalla Regione Fvg, quale volano per lo sviluppo del Parco Intercomunale delle Colline Carniche e ha ribadito l’importanza strategica dell’impianto sportivo di Villa Santina quando si tratta di ospitare eventi che prevedono grande affluenza di pubblico.
Presenti anche l’Assessore provinciale alla Montagna Ottorino Faleschini, il Commissario della Comunità Montana Giovanni Battista Somma e l’ex bianconero Valerio Bertotto, Testimonial sportivo del Parco. Il Torneo, che nella due fasi (Giugno e Settembre) ha visto esibirsi la bellezza di ben 44 squadre (tra “Pulcini”, “Esordienti” e “Giovanissimi”), ha fatto da degna cornice ad un altro importantissimo evento sportivo internazionale ovvero la gara amichevole tra le nazionali femminili under 19 di Italia e Croazia. “Grazie alla sinergia tra i 4 Comuni del Parco delle Colline Carniche, la Regione, Turismo FVG e Carnia Welcome – ha commentato uno dei principali artefici dell’evento, l’assessore allo sport del comune di Villa Stefano Mecchia – è stato possibile regalare, agli appassionati di calcio, tre giornate di sport di altissimo livello e ribadire le potenzialità delle strutture sportive in Carnia”.

David ZANIRATO